Torta lemon-crema-noce di cocco

C’ è poco da fare. Io l’ estate entro in fissa con il cocco,  quello fresco, tanto buono quanto rognoso da aprire e rischioso perché non sai mai se esce buono o meno (come il melone e l’ anguria). Giorni fa ho trovato al supermercato quello disidratato ed ho avuto l’ idea: lo metto a bagno e ci faccio la torta di compleanno per una mia amica . La base è una frolla,  che poi riempiremo con crema ed il resto che vi dirò.  Per prima cosa mettiamo a bagno 160 grammi di noce di cocco disidratata per circa un’ ora.  Prepariamo una frolla con 300 grammi di farina 00, 150 grammi di burro,  120 grammi di zucchero a velo e un uovo intero (più la scorza di un limone bio grattugiata).  La dividiamo in due panetti,  con uno rivestiamo l’ interno di uno stampo da crostata da 23/24 cm di diametro e mettiamo in frigo, l’ altro lo schiacciamo un po’ è lo conserviamo allo stesso modo.  Prepariamo poi una crema pasticcera tradizionale e la facciamo freddare (poi la copriamo con pellicola alimentare ) e in frigo anche questa. Tritiamo ora nel mixer la  noce di cocco con la buccia di un limone (io uso quelli della costiera , più profumati e di qualità) . Versiamo nel primo strato di frolla la crema fredda e sopra metà del composto cocco/limone), poi chiudiamo col secondo strato di impasto steso col mattarello,  sigillando bene sui bordi.  Cottura a 180 gradi per circa 40 minuti.  Una volta fredda, trasferiamo la torta su un piatto da portata, spalmandola con un velo di crema che avrete lasciato da parte o di panna vaccina.  Cospargiamo infine il restante  composto cocco e limone.  Le decorazioni con la panna le ho aggiunte per rendere il dolce più “scenografico” per un compleanno,  ma, se volete, potrete tranquillamente farne a meno. Conservate in frigo e togliete con almeno mezz’ ora di anticipo prima di servirla.  È golosa e adatta all’ estate.  Ve la consiglio vivamente.

Torta caprese al cioccolato

Un must della pasticceria campana che, per nostra fortuna ,  ha trovato ampia diffusione in tutta Italia.  È semplice da fare, richiede solo un po’ di attenzione nella cottura ma nulla di trascendentale.  Seguo da anni questa ricetta collaudata , non si può sbagliare.  Gli ingredienti, per una torta di 25 cm circa di diametro (8/10 persone): 250 grammi di mandorle tritate , 230 grammi di cioccolato fondente fuso a bagnomaria con 150 grammi di burro,  5 uova medie (tuorli separati da albumi) ,220 grammi di zucchero,  1 cucchiaio di amido di mais, la punta di un cucchiaino di cremor tartaro.  Montate gli albumi (pizzico di sale) e quando li vedrete raddoppiati aggiungete metà dello zucchero misto al cremor tartaro.  Metteteli da parte . Montate i tuorli con il restante zucchero , aggiungete la farina di mandorle alternata a cioccolato fuso più burro mescolando con la frusta della planetaria o fruste elettriche.  Per ultimi gli albumi,  mescolando dal basso all’ alto con delicatezza. In forno a 180 gradi per 30 minuti, poi a 170 per 7/8 minuti. Lasciatela poi a forno spento con sportello socchiuso per altri 7/8 minuti.  Estraetela e fatela freddare.  Cospargetela di zucchero a velo. Non cuocetela oltre i tempi previsti,  deve restare umida all’ interno. Ve la consiglio per tante occasioni,  feste, cene tra amiche o pausa golosa solo per voi. Provatela mi raccomando !