Focaccia ripiena di verdure senza forno👍

Eccoci in estate e con la stagione si è meno motivate a surriscaldare le nostre cucine con tanti punti cottura accesi e soprattutto con il tanto temuto forno. La cottura sul testo (speciale piastra dove si cuociono la classica torta al testo e le piadine) è sempre una valida alternativa , anche in altre stagioni, e il risultato sarà comunque ottimo. Se non ne disponete o vi è difficilmente reperibile, basta una padella grande antiaderente e avrete comunque una cottura uniforme e ben eseguita; l’importante, in entrambe i casi, è riscaldarle prima di poggiarvi l’impasto , così da non farlo attaccare evitando l’ olio . Veniamo alla ricetta: un l’impasto realizzato con 400 gr di farina 0 , 200 ml di acqua a temperatura ambiente (o anche più , se occorre) , 4 gr di sale e un cucchiaino di lievito di birra secco (quello extra fino non deve essere attivato, ma mescolato direttamente agli altri ingredienti). Lavorate la pasta solo il necessario ad ottenere un panetto liscio e morbido e lasciate lievitare per 4 ore circa (dopo 2 ore trasferite in frigo e togliete mezz’ora prima di stendere). Nel frattempo preparate un ripieno a piacere, di verdure come scarola, broccoletti, ricotta e spinaci o anche con salumi e scamorza). Stendere due dischi a mano o col mattarello , cospargendo di semola il piano di lavoro. Farcite il primo disco e chiudete bene con il secondo. Trasferite su un tagliere ampio e poi fate scivolare sul testo o padella già caldi (fuoco medio). Chiudete con il coperchio a fare cuocere per circa 10 minuti, poi girare su un piatto o coperchio a mo’ di frittata e riposizionare sulla piastra . Completate la cottura per altri 15 minuti circa, se occorre capovolgere di nuovo e lasciare andare per altri 5 minuti. Dovrete vedere la focaccia dorata ambo lati In totale occorrono circa 25 /30 minuti totali. Servitela tiepida e affrettatevi ad assicurarvi la vostra porzione 😁

Torta lievitata di riso

Amo il riso in modo incondizionato e in tutte le sue varianti, specie se è di qualità superiore (quello che abbiamo in Italia è ai massimi livelli nel mondo). Anche il suo utilizzo nei dolci mi ha sempre intrigato ed ho preparato diverse volte torte e crostate di riso dolci. Quella che oggi vado a proporvi è più particolare di altre; è stata condivisa in un gruppo di cucina sul social e descritta come qualcosa di delizioso. Non mi sono fatta sfuggire l’occasione e l’ho preparata subito e, in effetti, avevano ragione. Ha un sapore delicato e una consistenza assai particolare, molto avvolgente …insomma dovete provarla per capire . Consiste in due impasti, uno molto morbido, senza tuorli , una sorta di frolla con albumi montati, che va a costituire il primo strato;  l’altro strato, con il riso, uova e zucchero, da versare sopra . Il mix che ne viene fuori è molto particolare e vi sorprenderà . La cottura deve essere media, 160 gradi per un’ora, di modo che il riso non si indurisca. Ecco gli ingredienti: 200 gr di riso Carnaroli o vialone nano cotto in mezzo litro di latte con poco sale e fatto freddare, 5 uova medie (da separare tuorli e albumi), 300 gr di zucchero, 200 gr di burro (io l’ho smezzato col burro salato) 300 gr di farina di riso (io fecola e farina 00 al 50%), 1 bustina di lievito, la buccia grattugiata di un limone non trattato, mezzo bicchierino di limoncello. Procedimento: montate il burro con metà dello zucchero poi aggiungete la farina di riso , metà della buccia grattugiata, metà del limoncello e gli albumi montati a neve. Versatela in una teglia media di circa 22 cm di diametro rivestita di carta forno. Nel frattempo montate i tuorli con il restante zucchero rendendoli chiari. Poi aggiungete il riso freddato e il restante limoncello. Versate a cucchiaiate questo composto sul precedente già versato nella tortiera . Cuocete a 160 gradi x un’ora Fate freddare bene . Secondo me è buona semplice, senza aggiunte, ma se volete renderla ancora più golosa, arricchitela con confettura di lamponi o panna montata poco dolce . Vi assicuro che è buonissima 😋😋😋. Ps- dal momento che il riso nel secondo composto potrebbe presentare qualche grano un po’ consistente , specie se si trova sulla sommità del dolce, consiglio di coprirlo con alcuni cucchiai del primo impasto (con farina di riso e albumi) conservati in precedenza 👍

Torta moretta

Oggi vi propongo una torta molto golosa, facilissima da preparare, ma che si presta anche come dessert di feste e/o occasioni speciali. Ecco cosa vi serve (io ho sostituito il burro con l’ olio ed aggiunto lo yogurt intero per dare sofficità): 4 uova medie montate con 180 gr di zucchero, 200 gr di farina 00, 50 gr di cacao amaro, 1 bustina di lievito, 80 gr di olio leggero (girasole o arachidi), 150 gr di yogurt bianco intero , 250 ml di crema di latte da montare , 3/4 cucchiai abbondanti di crema spalmabile alle nocciole . Gli intolleranti al lattosio potranno sostituire quest’ ultima e la panna con i prodotti alla soia o alternative vegan . Procedimento: dopo aver montato le uova con lo zucchero, aggiungete poco alla volta l’olio e lo yogurt e alla fine gli altri ingredienti secchi setacciati. Versate in una tortiera media rivestita di carta forno e cuocere per circa 40 minuti a 170 gradi . Una volta fredda tagliatela e farcitela con la panna leggermente zuccherata e la crema spalmabile. Spolverare di zucchero a velo . Occorre conservarla in frigo se non viene consumata subito. Sarà gradita da tutti, ve lo assicuro 👍.