Pollo fritto panato ai corn flakes

Chi resiste al pollo fritto? Devo dire che questa carne bianca , versatile e che si presta ad ogni tipo di ricetta, panata e fritta dà il meglio di sé. Gli americani in questo la fanno abbastanza da padroni , il loro fried chicken è veramente irresistibile ; cercando di carpire quale fosse il segreto della panatura, ho appreso che una grande catena di fast food (famosa appunto per il fried chicken), usa i corn flakes per rendere il pollo croccante . Allora: detto/fatto! Sono passata all’ azione e dopo un breve consulto con mia mamma (anche lei molto brava a fare il pollo fritto ) ho provveduto a mettere in pratica il tutto . E perciò ecco la ricetta : mezzo kg di filetti di petto di pollo o cosce disossate e tagliate a pezzi medi ,marinate in limone, sale, aglio e spezie a piacere (io uso il rosmarino), due uova battute e mezza busta di corn flakes ridotti in granuli abbastanza consistenti . Dopo una marinatura di 2/3 ore , passate la carne nell’ uovo e poi nel mais . Friggete il pollo a fiamma vivace ma non troppo alta e fatelo dorare da ambo i lati . Passatelo su carta assorbente e servitelo caldo. Piacerà a tutti, ve lo assicuro ☺️

Sagne ai fagioli

Ecco il piatto che non ti aspetti , dal momento che i legumi li consumiamo quasi sempre nelle zuppe o conditi . I primi asciutti con i ceci o i fagioli sono invece di assoluta soddisfazione e un comfort food nei giorni di freddo . Questo piatto è di una semplicità assoluta , non crederete che in poco tempo si possa realizzare un primo così buono . Cosa vi serve (per 4 persone) :250 grammi di fagioli secchi tenuti a bagno una notte e lessati in acqua salata , mezzo kg di pasta fresca tipo sagne, fettuccine o pappardelle, possibilmente senza uovo , mezzo litro di polpa di pomodoro, olio, sale, pepe e pecorino. Cuocete in una padella tipo wok il pomodoro con uno spicchio di aglio, aggiungetevi i fagioli e fateli insaporire circa10 minuti. Cuocete anche la pasta al dente e versartela nel sugo. Spolverate con pepe e pecorino e servite caldo. Vi assicuro che sono ottime 👍👍👍

Riso venere con gamberi, tonno e verdure miste

Ecco un piatto veloce e di sicuro gradimento, soprattutto se volete proporre qualcosa di diverso ed etnico. Il riso venere, come quello rosso,  è ricco di proprietà nutritive , non ha la quantità di amido e zuccheri del riso tradizionale (che comunque adoro e invito a utilizzare in svariate ricette) e perciò è l’ ideale per chi sta seguendo un’ alimentazione controllata per non prendere peso . L’ unico inconveniente è il tempo lungo di cottura , circa 45 minuti ; perciò vi consiglio quello trattato a vapore (parboiled) , che prevede tempi più ragionevoli.  La versione che vi propongo è con i gamberi e tonno,  ma,  chiaramente , potrete dare libero sfogo alla vostra fantasia e condirlo come più vi piace. Gli amici vegetariani potranno omettere il pesce utilizzando le verdure di stagione miste a legumi come i ceci Per 4 persone occorrono :320 gr di riso nero parboiled,   400 gr di gamberi freschi o surgelati (in tal caso, scottati prima  in acqua bollente per pochi minuti), 250 gr di filetti di tonno in vetro,  un trito di verdure miste per soffritto (circa 120 gr) surgelato e già scottato in acqua bollente,  una abbondante manciata di curry dolce (usate pure quello più forte se volete , in minore quantità),  olio extravergine , sale.  Una volta cotto il riso,  scolatelo e saltatelo in una padella wok dove avrete già insaporito con olio e sale i gamberi,  le verdure e il tonno per pochi minuti . Mescolate a fiamma vivace , aggiungendo sale o olio se necessario , e a fine cottura il curry. Servite tiepido o anche nella versione fredda come insalata di riso.  È molto versatile ed è l’ ideale da proporre in un buffet perché è veloce e molto sfizioso.  Provatelo e fatemi sapere 😉

Torta “cornetto”

Un evergreen dell’ estate sono le torte gelato.  Farle in casa è facile e divertente e saranno tutti contenti, dai piccoli ai grandi. Come sapete, amo poco le ricettine da web,  quelle modaiole,  che hanno per nome biscotti della grande distribuzione o sono frutto dei video del “pronto in 10 minuti” . Questa però è tanto sfiziosa e quando la prepari finisce in un attimo.  Servono pochi ingredienti: 350 gr di panna fresca da montare,  un tubetto e mezzo di latte condensato (una confezione pesa 175 grammi), 200 grammi di biscotti ai cereali, 50 grammi di burro o margarina di soia, 100 grammi di nocciole tritate,  100 grammi di cioccolato fondente . Tritate grossolanamente i biscotti e assemblateli con il burro o margarina più 20 grammi di nocciole tritate.  Formate la base in uno stampo di alluminio usa e getta da circa 24/26 cm di diametro.  Montate la panna e dolcificatela con  il latte condensato, versandola poi sui biscotti.  Fate solidificare un paio di ore in freezer poi versate a copertura il cioccolato fuso già stiepidito più le restanti nocciole tritate. Lasciate in freezer e toglietela con un quarto d’ ora di anticipo prima di servirla.  Il successo sarà assicurato   fidatevi 😉.

Tonnarelli gamberi, zucchine e curry

Ecco un primo salva pranzo (o cena),  facile,  veloce e, soprattutto,  buonissimo. Dovrete solo saltare con un filo d’ olio 4/5 zucchine medie (dose per 2 persone)  e , quando sono quasi cotte,  mi raccomando di lasciarle al dente, ci aggiungerete 200 grammi di gamberi surgelati già scottati in acqua bollente e salata. Cinque minuti di cottura , una spolverata di curry (abbondante se è quello dolce,  un po’ di meno se è quello forte) ed infine 250 grammi di tonnarelli al dente.  Saltate a fiamma vivace,  aggiungendo,  se necessario, olio e poca acqua della pasta.  Servite subito e…fatemi sapere 😉 .

E tozzetto al cioccolato sia!

Semplici semplici questi tozzetti, vanno via come il pane, li fate in un attimo e danno grande soddisfazione. Molti di voi li hanno già provati e vogliono sapere come si preparano.  Come per tutte le ricette semplici, puntate ancora di più sulla qualità delle materie prime :innanzitutto la farina.  Essendo un biscotto rustico farete un mix di 1)semola rimacinata (150 gr); 2) farina macinata a pietra di tipo 1 o integrale di ottima qualità (150 grammi); 3) 200 gr di farina 00 (un po’ di farina di questo tipo ci vuole, sennò rischiano di essere troppo consistenti), per un totale di 500 grammi. Poi 220 grammi di zucchero   mezza bustina di lievito istantaneo,  70/80 grammi di burro o altrettanto di olio di girasole,  2 uova medie (bio o da allevamento a terra) 200 gr di cioccolato fondente tagliato grossolanamente, un filo di latte se necessario. Impastate tutto velocemente (in planetaria o a mano), formate due filoncini schiacciati poi col palmo della mano. Disponeteli su una teglia rivestita di carta forno ben distanziati e infornateli a 180 gradi per 35/40 minuti.  Una volta cotti tagliateli ancora tiepidi in modo obliquo a fette di medio spessore.  Girateli sulla teglia e fateli asciugare a 160 gradi per altri 8/10 minuti, non di più.  Fateli freddare e via. Pronti da mordere. Fatene tanti, mangiateli  e regalateli a chi volete bene 😘

Pasta veloce: tonno, gamberi, olive nere e pesto.

Questa pasta la farete in 10 minuti e sarà un salva-pranzo (o cena) di tutto rispetto, specie se arrivano ospiti a sorpresa . Se avete a disposizione tonno in scatola di ottima qualità , olive nere (io amo quelle taggiasche , ma vanno bene anche quelle di Gaeta) gamberi surgelati e pesto pronto,  il gioco è fatto . Mentre cuoce la pasta (corta,  a vostro gusto ma anche vermicelli o linguine se volete) saltate in padella i gamberi con olio, poco sale e pepe.  Aggiungete il tonno e le olive,  il pesto per ultimo.  Per le dosi,  contate per ogni persona 80 gr di pasta,  80 di tonno, 5/6 gamberi,  un cucchiaino abbondante di pesto, una manciata scarsa di olive.  Scolate la parta al dente e mescolatela col condimento nella padella calda,  aggiungendo un filo di acqua di cottura,  se necessario . A piacere, peperoncino sminuzzato.  E il pranzo (o cena) al volo è servito 😉😉😉

Seppie e carciofi a julienne con hummus di ceci

 

Ecco un secondo di pesce semplice quanto buono, basato tutto sulla qualità della materia prima ed un accostamento che più azzeccato non si può.  L’ idea è nata da una ricetta in TV presentata da un noto ristoratore del litorale laziale,  che però presentava il piatto come una sorta di “pizzetta” per la presenza di pastella al suo interno . Ho preferito lasciare gli ingredienti nella loro semplicità,  per esaltarne i sapori, aggiungendo l’ hummus di ceci,  che dà quel mordente giusto e sfizioso.  Procuratevi (per 4 persone)  un kg di seppie pulite tagliate a julienne (da voi o dal pescivendolo ), 3 carciofi freschissimi tagliati finemente anche questi,  olio evo, pepe macinato,  hummus di ceci acquistato pronto.  Saltate tutto a fiamma vivace con olio e pepe alla fine.  Su ogni singolo piatto versate un po’ di hummus a piccole cucchiaiate.  È un piatto velocissimo e di grande soddisfazione,  che vi consiglio anche in caso di ospiti . Provatelo 😉😉😉

Pasta e patate con la provola (comfort food cercasi)

 

Sono giornate fredde, “febbraio corto e amaro” diceva qualcuno . Anche se a Roma avremo, sì e no, al massimo dieci giorni di vero freddo in un anno,  questo breve periodo lo facciamo fruttare a tavola con una serie di comfort food che ci rimettono un sesto,  sia con l’ umore che con la temperatura . E cosa c’è di meglio,  una bella pasta e patate ? Un piatto povero,  presente su tutte le tavole fino agli anni 70, poi un po’ meno, dato che le nostre tavole si sono fatte più ricche e poco inclini al risparmio. Quella che propongo è la versione campana con la provola,  che rende la minestra ancora più buona trasformandola in un piatto unico.  È molto semplice, ma di assoluta soddisfazione.  Vi servono (per ogni persona)  2 patate medio piccole,  una tazza abbondante di brodo vegetale , 40 gr di pasta corta (anelletti siciliani o pasta mista),  150 gr di provola di ottima qualità tagliata a dadini, olio evo, salvia tritata (o altra spezia a piacere), poco peperoncino secco tritato, se piace.  Fate cuocere le patate a pezzetti e, prima che siano completamente cotte, unire la pasta. Una volta cotta la pasta (lasciata al dente) , lasciatela nel tegame per 5/8 minuti a stiepidire, poi aggiungete la provola a dadini,  salvia e peperoncino.  Scodellatela e versateci un po’ di olio evo a crudo. E a questo punto godetevi il paradiso, lasciando il freddo fuori dalla porta e dal vostro spirito 😉.

Tortiglioni al radicchio in agrodolce e bufala campana

Sapete che non consumo carne né affettati e che con le verdure mi sbizzarrisco abbastanza . Quando si tratta di primi, poi, ancora di più;  tengo tanto a questo mio angolo vegetariano,  teso a diffondere una cucina colorata, allegra e piena di sapori (contrariamente a quanto molti pensano). Questo piatto lo farete un poco tempo, è particolare,  originale e stupirà qualche vostro ospite “scettico”. Perciò procuratevi (per 4 persone)  due piante di radicchio di Chioggia o Castelfranco V.(sferico e meno amaro del trevigiano) scottato in acqua salata e tagliato a listarelle, due scalogni tritati finemente , aceto balsamico q.b. , 1 cucchiaino di zucchero,  una manciata di salvia fresca tritata, olio evo, una mozzarella di bufala campana di ottima qualità (circa 350 grammi),  parmigiano, 320 gr di tortiglioni o altro formato corto.  Saltate in padella il radicchio già scottato con olio evo e scalogno tritato, poco dopo aggiungete il balsamico,  lasciate sfumare poi lo zucchero.  Quando l’ aceto sarà ben evaporato e il radicchio un po’ asciugato, versateci la pasta al dente mescolando bene . Infine, la mozzarella già tagliata a dadini e scolata più la salvia.   Chiudete la padella con un coperchio lasciando fondere la mozzarella.  Prima di servirla,  cospargetela di parmigiano grattugiato.  E vedrete che così VEGETARIANO IS BEAUTIFUL 😄