Ciambelline al vino rosso

Chi ha detto che per essere gradito un biscotto debba essere per forza elaborato? Chi mi conosce sa bene che sono una patita della cucina regionale e delle ricette tipiche antiche . Queste ciambelline sono molto diffuse nella zona dei castelli romani e sulle tavole delle varie fraschette e trattorie,  oltre che nelle case di molte nonne e mamme (ed ognuna dà la sua versione , chi con il vino rosso, secondo me migliore,  e chi con il bianco).  Sono molto leggere,  senza uova e latte, e chiudono senza appesantire anche  un pasto di sostanza. Vi do la dose intera (per oltre 1 kg di prodotto) ,  che potete dimezzare all’ occorrenza. Serve 1 kg di farina 0 (anche smezzata con farina 1) mista a una bustina di lievito , 300 grammi di zucchero,  un bicchiere di olio (oliva leggero o girasole ), mezza bottiglia di vino rosso (io ho usato il lambrusco secco). Impastate sulla spianatoia facendo la fontana di farina ed inserendo poi i liquidi.  Formate dei cordoni di medio spessore , tagliateli della lunghezza delle ciambelline chiudendo le estremità.  Cottura a 170/180 gradi per 25 minuti circa . Quando mancano 8/10 minuti a fine cottura,  spennellatele di vino rosso e cospargetele di zucchero. In questo modo avranno la giusta nota alcolica , che solitamente si perde in cottura,  e saranno sfumate di rosso,  dettaglio molto piacevole.  Ovviamente saranno molto apprezzate da chi non consuma latte e derivati e uova.  Provatele, sono facili e buone 😄

2 thoughts on “Ciambelline al vino rosso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *