Cornetti sfogliati di grande soddisfazione

Dopo tanta riflessione, in una giornata di pioggia e permanenza casalinga, mi sono finalmente decisa a fare questi cornetti che mi frullavano in testa già da un po’ . La ricetta è quella di Paoletta (anice e cannella), chi si diletta negli impasti la conosce sicuramente e sa che le sue ricette sono infallibili. Premetto che non è una esecuzione semplicissima, occorre avere un po’ di manualità ma, come si dice, mai si inizia mai si impara no? Unico accorgimento imprescindibile: ritagliatevi del tempo perché non si tratta solo di attendere la lievitazione, ma anche di fare la sfogliatura che una certa tempistica (giri e riposo in frigo). Non abbiate timore però , si può fare, eccome se si può fare !  Quanto ai tempi di esecuzione, Paoletta consiglia di fare lievitare l’impasto base una notte in frigo (non meno di otto ore) . In tal modo avrete i cornetti sfornati nel primo pomeriggio. Io ho preferito iniziare la mattina alle 9 e sfornare la sera…decidete voi, l’importante è rispettare tutti i passaggi . Premesso tutto ciò, veniamo alla ricetta. Per l’impasto di base : 250 gr di farina 0, 250 gr di farina Manitoba, un cucchiaino di lievito di birra secco (ricetta originale 18 gr di lievito di birra) 75 gr di burro di ottima qualità, 75 gr di zucchero, 2 uova piccole, una tazza (medio piccola) di acqua, un abbondante pizzico di sale , la buccia grattugiata di un limone. Impastare come per una brioche, incordando bene  e, fuori dalla planetaria, girare l’ impasto più volte dal basso verso l’alto dando anche qualche piega dall’esterno verso l’interno. Mettere a lievitare a  temperatura ambiente per un paio di ore , poi in frigo per altre 6 ore . Tirare fuori dal frigo e fare acclimatare , idem per il burro per sfogliatura (quello bavarese), che dovrà avere una consistenza plastica; lo schiaccerete tra due fogli di carta forno dandogli forma quadrata. L’importante è che impasto e burro abbiano la stessa consistenza. Stendere a quadrato la pasta e inseriteci il burro , lasciando spazio ai bordi per chiudere a pacchetto, da ogni angolo verso il centro. Facendo attenzione a non aprire il “pacchetto” passare col mattarello e ottenere un rettangolo col lato lungo in verticale. Fare una piega a 3. Riposo in frigo 30 minuti poi altra piega a tre, riposo, poi ultima piega (in tutto tre pieghe a 3). Fare riposare ancora in frigo per altri 30 minuti quindi stendere un rettangolo in modo da tagliare dei triangoli isosceli con base di 7/8 cm. Incidere la base del triangolo e stenderla un po’ ai lati poi arrotolate con la punta del triangolo sotto il cornetto (altrimenti si solleverebbe in cottura), girando e avvolgendo bene anche le estremità . Spennellare con tuorlo battuto con poco latte e cospargere di zucchero. Fare lievitare ancora 2 ore poi in forno a 200 gradi per 5 minuti e 180 per ulteriori 20. Sono buoni buoni , da sballo 😊😊😊. Io vi invito a provarli perché saranno grande soddisfazione. In ogni caso, per qualsiasi chiarimento, sono a vostra disposizione 👍

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *