Gateau alle due creme, fragole e panna (vedo fragole ovunque)

Bellino vero? Vi prometto che dopo questo con le fragole chiudo, non volevo però rinunciare a questa nuvola di pan di Spagna farcita,  è tanto buona e, anche se non sembra, si prepara senza grandi difficoltà . Avvantaggiandovi a dovere   vi assicuro , non farete alcuna fatica. Una volta preparato il pan di Spagna e la crema,  sarete già a buon punto.  E poi,  nella versione senza lattosio, farete felici anche gli allergici e gli intolleranti.  Ecco le  dosi, per una torta grande per circa 8/10 persone :un pan di Spagna preparato montando 6 uova medie con 220 gr di zucchero e il succo di mezzo limone fino a triplicare il volume.  Si aggiungono poi 200 gr di farina più 20 di amido di mais. Per creare due dischi perfettamente uguali,  senza la rogna di tagliare  il dolce più alto in due dischi (col rischio di farli irregolari) vi consiglio di cuocerli separatamente , in due contenitori usa e getta per crostate di circa 26 cm di diametro.  La cottura sarà moderata, 170 gradi per circa 30 minuti.  Fate freddare e preparate la prima crema,  quella pasticcera, con mezzo litro di latte,  3 tuorli, 100 grammi di zucchero e 50 gr di di un mix di farina e amido di mais (al 50 %). Per la versione senza lattosio,  usate una bevanda di soia o riso (io ho usato quella di soia alla vaniglia).  In entrambe i casi,  profumate la crema con la buccia di limone 🍋.  Ora passate alla crema di fragole,  procuratevene 500 grammi , di ottima qualità ,  metà le frullate (l’altra metà servirà per decorazioni finali),  aggiungete 80 gr di zucchero a velo, il succo di mezzo limone e un cucchiaio di amido di mais . Fate addensare a fuoco dolce e poi freddare . Montate a neve 500 ml di panna vaccina o vegetale.  Iniziate ad assemblare il dolce imbevendo entrambi i dischi di una bagna moderatamente alcolica (io diluisco un moscato o un passito con un filo di acqua ). Ora versate il primo strato di crema pasticcera,   un terzo della panna e crema di fragole . Chiudete col secondo disco, spalmate la crema e la seconda tranche di panna nella stessa sequenza. Come copertura finale,  spalmate la crema di fragole solo sulla sommità , a mo’ di disco, per creare il contrasto rosso/bianco. La panna restante servirà per le decorazioni (come più vi piacciono) più le fragole rimaste,  alcune usatele intere. Evitate, se potete, di lasciare le foglioline verdi sul frutto, va di moda e fa tanto fico ma, come mi è stato ricordato da pasticceri professionisti,  le torte vanno decorate esclusivamente con tutto ciò che sia edibile (così non costringerete i commensali a separare le parti non commestibili,  cosa assai antipatica). Mi raccomando di fare riposare il dolce almeno un giorno prima di consumarlo.  Sarà ottimo in entrambe le versioni (tradizionale e senza lattosio ). Un classico dolce fatto col cuore…io  ve lo consiglio , per un’ occasione speciale o per una conclusione in dolcezza del pranzo della domenica.  Fatemi sapere 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *