Focaccia ripiena di verdure senza fornoūüĎć

Eccoci in estate e con la stagione si √® meno motivate a surriscaldare le nostre cucine con tanti punti cottura accesi e soprattutto con il tanto temuto forno. La cottura sul testo (speciale piastra dove si cuociono la classica torta al testo e le piadine) √® sempre una valida alternativa , anche in altre stagioni, e il risultato sar√† comunque ottimo. Se non ne disponete o vi √® difficilmente reperibile, basta una padella grande antiaderente e avrete comunque una cottura uniforme e ben eseguita; l’importante, in entrambe i casi, √® riscaldarle prima di poggiarvi l’impasto , cos√¨ da non farlo attaccare evitando l’ olio . Veniamo alla ricetta: un l’impasto realizzato con 400 gr di farina 0 , 200 ml di acqua a temperatura ambiente (o anche pi√Ļ , se occorre) , 4 gr di sale e un cucchiaino di lievito di birra secco (quello extra fino non deve essere attivato, ma mescolato direttamente agli altri ingredienti). Lavorate la pasta solo il necessario ad ottenere un panetto liscio e morbido e lasciate lievitare per 4 ore circa (dopo 2 ore trasferite in frigo e togliete mezz’ora prima di stendere). Nel frattempo preparate un ripieno a piacere, di verdure come scarola, broccoletti, ricotta e spinaci o anche con salumi e scamorza). Stendere due dischi a mano o col mattarello , cospargendo di semola il piano di lavoro. Farcite il primo disco e chiudete bene con il secondo. Trasferite su un tagliere ampio e poi fate scivolare sul testo o padella gi√† caldi (fuoco medio). Chiudete con il coperchio a fare cuocere per circa 10 minuti, poi girare su un piatto o coperchio a mo’ di frittata e riposizionare sulla piastra . Completate la cottura per altri 15 minuti circa, se occorre capovolgere di nuovo e lasciare andare per altri 5 minuti. Dovrete vedere la focaccia dorata ambo lati In totale occorrono circa 25 /30 minuti totali. Servitela tiepida e affrettatevi ad assicurarvi la vostra porzione ūüėĀ

Focaccia bianca fatta all’ antica

Ecco una focaccia semplice,¬† il jolly che ti risolve un pasto principale o un aperitivo al volo,¬† basta abbinarci affettati, insalate,¬† formaggi ecc.¬† Io l’ ho preparata col lievito madre , che mi √® stato gentilmente offerto dalle signore di un corso che a breve frequentero’,¬† lievito che ogni 6/7 gg sto rinfrescando con la meticolosit√† di un monaco certosino. Dal momento che parler√≤ pi√Ļ diffusamente del lm quando sar√≤ pienamente edotta in merito, vi consiglio¬† per ora di usarlo per questa focaccia solo se ne avete gi√† a disposizione.¬† Oppure, alternativa ugualmente valida, userete un lievito di birra secco,¬† basta usarne poco e far lievitare a lungo . Ecco le dosi :400 grammi di farina macinata a pietra di tipo 2 (non transigete sulla qualit√† della farina,¬† sia per la focaccia che per altri lievitati) , 100¬† grammi di lievito madre oppure un cucchiaino scarso di lievito di birra,¬† acqua¬† a temperatura ambiente di met√† peso rispetto a quello della farina (orientativamente ),¬† un pizzico di sale.¬† Se usate il lm fatelo acclamatare fuori dal frigo per un’ oretta,¬† poi scioglietelo nell’ acqua e dopo aggiungete la farina poca alla volta , usando la planetaria con gancio oppure a mano.Se invece usate il lievito secco,¬† mescolatelo alla farina prima di utilizzarla. Dovrete ottenere, in entrambi i casi, un panetto morbido e malleabile, incordato senza esasperazione ,¬† non duro n√© troppo molle.¬† Lo farete lievitare per almeno 6/7 ore in forno chiuso e spento,¬† ¬†poi a riposare in frigo¬† in un contenitore in plastica per alimenti coperto da un telo di cotone (parte alta del frigo) possibilmente per una notte.¬† Poi lo toglierete dal frigo,¬† attendendo circa un’ ora, lo stenderete in teglia e lo lascerete lievitare un’ altra ora .¬† Un giro di olio buono e un pizzico di sale,¬† poi in forno a 200 gradi per 25/30 minuti.¬† Servitela calda,¬† con ci√≤ che pi√Ļ vi piace,¬† anche in versione dolce (crema spalmabile al fondente).¬† Come vedete , non √® difficile,¬† basta tener presente solo tre fattori fondamentali: l’uso moderato del lievito,¬† ¬†la lievitazione lunga e la maturazione dell’ impasto (lasciarlo quieto senza toccarlo).¬† Oltre alla qualit√† della farina, di cui vi ho parlato. Ed ora provatela , e fatemi sapere ūüėČ

Focaccia di semola con cipolle rosse in agrodolce

A chi non piace la focaccia (come la pizza o il pane casalingo) ? Per farla per bene basta solo qualche accorgimento,¬† e mangerete un lievitato gradevole e digeribile,¬† che vi far√† concedere un bis o un tris senza troppi sensi di colpa. In primo luogo la farina: usate quella giusta,¬† evitate la 00,¬† ma una che garantisca un buon risultato con la media/lunga lievitazione.¬† Io ho fatto un mix al 50 % tra semola speciale per pizze e focacce e una 0,¬† sempre per pizze .¬† Nella specie 250 +250 gr.¬† In alternativa,¬† anche suddividerla in tre parti , aggiungendo una farina di media forza¬† w 350. Ora il lievito.¬† Io mi trovo bene con quello di birra secco o un estratto secco di lievito madre misto a quello di birra. Come quantit√† , ne uso meno di quanto indicato sulla bustina.¬† Di solito meno di mezza bustina per mezzo kg di farina.¬† Mi riprometto per√≤ di usarne ancora meno prolungando le ore di lievitazione.¬† Aggiungo un pizzico di sale e acqua appena tiepida,¬† di peso pari alla met√†,¬† anche¬† pi√Ļ , rispetto alla farina. Faccio andare la planetaria con gancio per almeno 10/15 minuti.¬† L’ impasto dovr√† essere liscio, morbido e bene incordato . Lo lascio lievitare per tre ore in luogo tiepido , se occorre (giorni freddi) nel forno con funzione camera di lievitazione a 40 gradi.¬† Dopo,¬† quando l’ impasto si sar√† gonfiato, trasferisco in una insalatiera (involtata con un panno) nella parte alta nel frigo per altre tre ore. Poi tolgo dal frigo,¬† lascio acclimatare, poi stendo su due teglie circolari unte leggermente di olio e lascio riposare il tutto un’ ora. Nel frattempo metto a stufare 3 cipolle rosse con poca acqua e olio . A met√† cottura aggiungo sale, un cucchiaino abbondante di zucchero e aceto balsamico.¬† Lascio asciugare,¬† mantenendole comunque morbide. Una volta fredde , le cospargo sulla pasta lievita.¬† Metto in forno preriscaldato a 200 gradi per 20/30 minuti (dipende dai ns forni)vino a doratura del bordo¬† e servo immediatamente . Se non gradite le cipolle, potete condirle a vs scelta,¬† pomodorini e olive, formaggi, patate ecc.¬† Volete provare ? Dai, che si pu√≤ fare ūüėČūüėČūüėČ

Focaccia all’ uva

C’ √® ancora tanta uva buona a disposizione e questo facilita tante nostre ricette, facili e buone. Mi raccomando,¬† che sia italiana e, quando sar√† finita,¬† passate ad altro. I prodotti devono essere di stagione e di casa nostra (salvo la frutta esotica, che uso assai di rado). Questa focaccia √® un’ ottima idea sia per una merenda che per un aperitivo,¬† o anche come antipasto, scegliete voi. Non √® n√© dolce n√© salata e si sposa bene con tutto. Vi serve: uva bianca Italia (in Toscana usano l’ uva fragola, io non la gradisco, preferisco questa),¬† un impasto lievitato composto da 200 gr di farina zero e 200 di farina macinata a pietra di tipo 2, mezza bustina scarsa (molto meno della met√†)¬† di lievito di birra secco, un pizzico di sale, 50 gr di zucchero semolato, acqua a temperatura ambiente quanto basta x avere un panetto morbido¬† e un po’ di zucchero grezzo per la copertura.¬† La lavorerete bene,¬† con planetaria o a mano rendendola morbida, liscia e priva di grumi. Lievitatela per almeno tre ore, al riparo da correnti,¬† anche in forno spento e chiuso.¬† Poi stendetela in teglia (prima sul tagliere a mano, poi trasferita in teglia leggermente oleata) ,¬† cospargetela di mezzi acini privati di semi e zucchero grezzo.¬† In forno preriscaldato a 190/200 gradi per 20/30 minuti fino a doratura del bordo. Servitela calda,¬† e abbinateci un bel vino, lascio a voi la scelta.¬† Potr√† mangiarla anche chi sta attento al peso, √® sana e leggera, ma ugualmente buona ūüėČ.