Crostata di crema e mele. Accenni di autunno

L’ estate si avvia alla conclusione, anche se ci sono ancora splendide giornate. E con l’ affacciarsi dell’ autunno, torna prepotente il proposito di riavviare il forno a dovere con le ricette che strizzano l’ occhio ai primi freddi , prossimi ad arrivare. E allora, cosa c’è di meglio di una crostata alle mele per festeggiare il compleanno di una amica ? Il dolce che vi propongo richiede un po’ di pazienza , non difficile , ma ha i suoi tempi da rispettare ed alcune fasi da seguire . Ma, vi assicuro, si può fare tranquillamente e, una volta provato, sono certa che vorrete riassaggiarlo. Perciò fate in questo modo, con calma e relax :1) il giorno precedente preparare una frolla semi integrale con 120 gr di farina 00, 120 di farina integrale, 120 di burro, 100 di zucchero a velo, un uovo intero, la buccia grattugiata di un limone non trattato e un pizzico di sale. Impastate prima burro e zucchero a velo, poi l’uovo , infine le farine setacciate e mixate. Formate un panetto e rivestite subito l’ interno di una tortiera a bordi svasati di circa 22 cm di diametro . Conservatela in frigo coperta da pellicola . Preparate una dose di crema pasticcera classica (io seguo la ricetta di Montersino che è veloce e buonissima) e stendetetela su un piatto piano coperto da una scodella , anche questa in frigo; 2): il giorno dopo tagliate a dadini 3 mele medie di polpa soda e cuocetele brevemente in padella con 3 cucchiai abbondanti di zucchero grezzo, un cucchiaino scarso di amido di mais, una noce di burro e un bicchierino di rum . Appena vedrete addensare il loro succo , spegnete il fornello e trasferitele su un piatto a freddare; 3) è il momento di assemblare il tutto. Togliete la crema dal frigo e fate cuocere alla cieca la frolla bucherellando la superficie con i rebbi di una forchetta. Cottura a 175 gradi per 15 minuti. Poi spalmate un leggero velo di confettura di albicocche sul fondo, poi la crema , infine le mele e il loro succo rappreso . Completare la cottura in forno altri 15/20 minuti (il bordo non deve colorarsi troppo) e fate freddare completamente. Conservatela in frigo e toglietela mezz’ ora prima di servire. A questo punto possiamo dire “autunno non ti temo “😊

Apple pie e sto

Una di quelle torte che non vedi l’ ora di preparare e assaggiare in queste giornate autunnali,  accompagnate da un caffè o tè caldo. Adoro la apple pie, proprio quella americana,  con un guscio di brisee e un ripieno di tante mele aromatizzate alla cannella,  quasi più della nostra torta di mele lievitata tradizionale.  Certo,  anche quella è un confort food non da poco, ma questa ha un gusto e una consistenza particolari, che aumentano se la lasciate riposare un giorno prima di servirla.  Perciò ecco la ricetta,  che, dopo qualche verifica e aggiustamento,  credo sia giunta alla versione definitiva, perché,  sinceramente,  non aggiungerei né toglierei niente. Per la pasta brisee: 300 gr di farina 00, 150 gr di burro, un cucchiaio di zucchero,  un pizzico di sale e uno di bicarbonato,  acqua fredda quanto basta per impastare. Per il ripieno: 700/800 gr di mele sbucciate e affettate (qualità golden/granny smith/fuji),  100 gr di zucchero grezzo bio, un cucchiaino abbondante di cannella macinata, un pizzico di noce moscata,  un cucchiaino di succo di limone, 30 gr di burro, un cucchiaio di amido di mais, un cucchiaio scarso di farina 00. Preparate la brisee impastando burro e farina ottenendo un impasto granuloso, aggiungendo poi acqua fredda per ottenere un panetto malleabile e sodo. Lo dividete in due parti (una leggermente più grande dell’ altra) premendoli per ottenere due piccoli dischi.  Riponeteli in frigo nella pellicola almeno un’ ora. Sciogliete in una padella il burro e versate le mele, zucchero, limone e spezie.  Quando le mele staranno per ammorbidirsi (non troppo, mi raccomando)  aggiungete aiutandovi con un passino l’ amido e la farina,  distribuendo bene. Girate e aspettate che il succo delle mele si addensi Continue reading “Apple pie e sto”