Tarte Tatin …in Francia restando a casa

  • Un dolce avvolgente e godurioso, che sa di casa e di buono…la tarte Tatin è questo e tanto altro. Sapevate che questa prelibatezza è nata da un errore delle sorelle Tatin (che gestivano in ristorante  francese tanti anni fa )? Nella fretta della preparazione, infatti, dimenticarono di inserire la base di frolla sotto alle mele …ma, da donne concrete, non si persero di animo e, dopo una prima cottura delle mele, vi posero sopra la frolla “tardiva” finendo così la cottura . I clienti non si accorsero dell’errore, anzi, furono entusiasti della nuova ricetta, che divenne tra le più richieste del locale . Da allora questa preparazione si è diffusa un po’ ovunque e le ricette per farla in casa proliferano . A questo riguardo, DIFFIDATE di chi vi consiglia di usare pasta sfoglia o brisée pronte, non è la stessa cosa e oltretutto la ricetta richiede una “frolla bianca” , con solo un uovo intero; la differenza si sente eccome, e non è affatto difficile da fare. L’unica accortezza è CUOCERE PRIMA le mele per 15/20 minuti (dettaglio importante che in molte ricette nel web è omesso) , farle stiepidire e porvi sopra il disco di frolla facendo aderire per bene. Poi ultimare la cottura per altri 30/40 minuti . Se farete attenzione a questo , la ricetta riuscirà alla perfezione 👍. Io ho seguito le dosi e procedimento indicati da Ernst Knam e l’unica nota personale apportata è stato il caramello con i quale ho irrorato le mele quando ho rovesciato il dolce . Per il resto vi consiglio di seguire tutto come lui vi dice , secondo me è assolutamente giusta di tutto , burrosita’, dolcezza e profumi. Perciò veniamo al dunque e prendete nota. Ingredienti per una tortiera da 20/23 cm. Per il ripieno:  5 mele renette (o golden), 150 g. di zucchero semolato, 45 g. di burro, q. Per la pasta frolla bianca: 150 g. di burro, 150 g. zucchero semolato, 50 g. di uova (1 uovo), 2 g. di sale, 5 g. di lievito in polvere, 300 g. di farina 00, una stecca di vaniglia. Preparate in anticipo la frolla e fatela riposare in frigo un paio di ore (volendo, anche dal giorno prima ). Tagliare in quarti le mele e cospargerle con zucchero e burro indicati, mescolando bene in una insalatiera per farle insaporire. Disporle a raggiera sul fondo di una teglia rivestita di carta forno (senza bordo sganciabile altrimenti il liquido rilasciato in cottura  fuoriesce) e versarvi sopra  in modo uniforme lo zucchero rimasto nella coppa. Mettetele in forno per 15/20 minuti  a 180 gradi , poi fatele stiepidire. Togliete dal frigo la frolla e fatela riposare qualche minuti, poi stendetela dello stesso diametro del dolce (ne avanzerà un po’,  vi consiglio di farci dei biscotti per il tè) e poggiatela sulle mele, facendo ben aderire, soprattutto i bordi che dovranno venire leggermente ondulati. Cuocete di nuovo per 30/40 minuti (dipende dai forni, comunque la frolla dovrà dorarsi). Una volta stiepidita, passate lungo il bordo con un coltello per staccare eventuali residui di zucchero, poi capovolgetela su un piatto da portata. Io ho fatto caramellare tre cucchiai di zucchero per dare una nota di colore alle mele , perché la cottura le ha lasciate abbastanza chiare, ma potete anche omettere questo passaggio, magari cuocete le mele qualche minuto in più.  Fate freddare e servite .  E benvenute in Francia 🇫🇷😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *