Zeppole fritte …prove tecniche per il Carnevale

Iniziamo a scaldare i motori per il Carnevale amici… Dal momento che in rete inizio a vedere un proliferare di frappe, castagnole e quant’altro , ho pensato di aprire anche io le danze con dei bei frittini tradizionali . Queste zeppole sono state fatte con il lievito madre, ma potete tranquillamente usare il lievito di birra riducendo così i tempi di lievitazione. L’esecuzione è molto semplice :dovrete mescolare tutti gli ingredienti formando una pastella densa e consistente , farla un po’ incordare (a mano o con la figlia della planetaria) , attendere la lievitazione e friggere . Cosa serve: 400 gr di farina (metà zero per pane e pizza e metà doppio zero), 40 gr di lievito madre rinfrescato il giorno prima (oppure un cucchiaino di lievito di birra secco), 70 gr di zucchero, 2 uova intere, una tazza scarsa di latte, 70 gr di burro fuso, la buccia grattugiata di un arancia, un pizzico di sale.  Mescolate bene dapprima con una cucchiara, poi a mano, infine con la planetaria fino ad ottenere una pastella morbida, elastica è priva di grumi. Lasciate lievitare circa  24 ore, (intervallando due/tre volte con qualche impastata a mano)  in presenza di lievito madre o 7/8 ore in caso di lievito di birra. Quando la pastella sarà raddoppiata, friggete a porzioni piccole aiutandovi con il dosatore del gelato o con un cucchiaio. L’olio sarà di girasole o arachidi e la temperatura calda ma non bollente (circa 180 gradi). Quando le zeppole saranno gonfie e dotate, scolatele, tamponatele con carta assorbente e passatele subito nello zucchero semolato. Andranno a ruba e non ne avanzeranno 😋

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *