Pasteis de nata

È da tanto che volevo fare questi dolcetti portoghesi ma avevo sempre rimandato perché, precisetta come sono, ero alla ricerca della ricetta “giusta”. Tuttavia la ricetta che si avvicini all’originale puoi ricavarla solo parlando con un fornaio/pasticcere portoghese (munendoti di Google traduttore 😁) ed io in Portogallo chissà quando potrò andarci . Nell’attesa ho creato una mia ricetta dopo avere studiato ciò che è presente sul web. Una premessa: non usate la pasta sfoglia pronta , il risultato non sarebbe soddisfacente. Dirvi di farla da voi non me la sento, è rognosa e richiede tempo. Ma una bella brisée è fattibile eccome , è più leggera di burro e conferisce comunque ai dolcetti una buona consistenza . Quindi, preparate l’occorrente. Dose per 18 pezzi:   la brisée – 300 g di farina 00, un pizzico di sale, 1 cucchiaino di cannella in polvere, 150 g di burro freddo a pezzetti di ottima qualità, acqua q.b. per ottenere un panetto sodo . Mescolate farina e burro per bene, ottenendo un composto granuloso, poi aggiungete un filo d’acqua, mi raccomando, con parsimonia altrimenti il panetto risulta molle . Date 2/3 pieghe a tre come per la pasta sfoglia e fate riposare in frigo un paio d’ore. Stendete poi a rettangolo l’impasto e arrotolatelo stretto dal lato lungo. Tagliate quindi dei dischi con un distanza di due dita l’uno dall’altro. Schiacciateli prima con il palmo della mano poi col mattarello . Devono venire dischi che rivestano interamente uno stampo da muffin medio piccolo . Conservateli in frigo. Per il ripieno: 250 g di crema di latte, 250 g di latte intero, 3 tuorli e 2 uova intere, 150 gr di zucchero grezzo, buccia di limone non trattato e privata della parte bianca . Fate sobbollire latte e panna con la buccia di limone e aggiungendo lo zucchero, che deve sciogliersi per bene. Quando il composto sarà freddo aggiungetelo a tuorli e uova intere . Mescolate e amalgamate a dovere. Riempite gli stampi rivestiti di brisée lasciando solo poco spazio per il bordo . Tenete conto che in cottura il ripieno si gonfierà all’inizio per poi asciugarsi e abbassarsi un bel po’. Quindi riempiteli “il giusto” 😁. Cottura a 190 gradi per venti minuti, poi a 200 per altri venti. Devono colorirsi un bel po’, ma non lasciare bruciare la superficie che altrimenti diventerebbe amata . È chiaro che in base al forno la cottura può essere diversa , prestare attenzione gli ultimi 10 minuti di cottura e regolatevi di conseguenza. Hanno un profumo delizioso e sono di una bontà assoluta. Attenti che finiranno presto.

2 pensieri su “Pasteis de nata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *